Attività

Le attività dell’Associazione prevedono l’elaborazione di spazi ludico creativi, la cui caratteristica specifica consiste nel fatto che ogni attività è pensata partendo dalle esigenze del gruppo a cui essa si rivolge.
L’Associazione si propone di promuovere e organizzare laboratori ludico-educativi , laboratori formativi, centri estivi, spazi di gioco e divertimento, ludoteca e divulgazione di cultura ludica (Art. 3 dello Statuto).

Le attività organizzate possono rivolgersi senza distinzioni sia a bambini che ad adulti. La cultura ludica da quindi il benvenuto a bambini e genitori, insegnanti, enti pubblici, associazioni, imprese e a qualsiasi persona voglia sperimentare su se stessa la benefica potenza dello strumento gioco.

Tintillà è una spirale: la sua linea crea. Essa si espande amplificandosi, senza mai ripetere se stessa... ecco alcuni dei suoi frutti.

Nicchia Ludica

Nicchia Ludica è uno servizio educativo ludico dedicato alla coppia adulto-bambino di età compresa tra i 12 e i 36 mesi.

Il servizio rivolge la propria attenzione alla relazione adulto-bambino al fine di favorire

  • nel bambino: lo sviluppo delle competenze cognitive, affettive, volitive e relazionali;
  • nell’adulto: la valorizzazione delle proprie potenzialità, il supporto alla genitorialità nonché la sperimentazione di nuovi strumenti ludici.

Nicchia Ludica è un luogo sicuro per stare insieme, per crescere e per acquisire competenze e autonomia; un luogo dove facilitare la comunicazione bambino-adulto; un luogo dove bambini e adulti possono essere liberi di esprimere la creatività e la fantasia attraverso lo strumento principe che è il GIOCO.

Tutte le attività sono coordinate e programmate da due educatrici che pensano e progettano spazi, tempi ed esperienze da proporre ai partecipanti.

Regolamento Nicchia Ludica

Info, orari e costi

Laboratori

I laboratori di seguito proposti sono un esempio delle attività che Tintillà propone. Alcuni sono nati da specifiche richieste di insegnanti o di enti, altri appartengono all’esperienza specifica delle figure professionali dell’associazione. Sono laboratori che possono rivolgersi a persone di età diverse in quanto sia il linguaggio specifico che gli strumenti animativi e/o educativi utilizzati, sono adattati all’età, alla preparazione e al contesto del gruppo a cui il laboratorio si rivolge. Di conseguenza per ogni proposta è evidenziata l’età minima che i partecipanti devono avere per affrontare le diverse tematiche. Inoltre, in base all'esigenza degli enti, è possibile elaborare nuovi laboratori, animazioni, percorsi tematici.

Formazione

I percorsi formativi possono essere rivolti a diverse tipologie di gruppo: insegnanti e docenti di scuole di ogni ordine e grado, educatori, volontari in ambiti educativi e non, team di lavoro; nonché presso enti, associazioni, imprese. Tintillà si rivolge a tutti gli adulti che vogliono, per ragioni professionali o personali, formarsi ad una cultura ludica.

Il gioco come strumento didattico

Che cos’è il gioco?
Indubbiamente è un’esperienza conosciuta da bambini e bambine, di oggi e di ieri, in tutto il mondo. Si potrebbe definire il gioco come strumento privilegiato per i bambini per conoscere, esprimere, elaborare tutto il loro mondo interno e confrontarsi con quello esterno (G. Nicolodi). A partire dal Novecento, nella storia della pedagogia, il gioco è diventato attore principale per lo sviluppo armonioso dei bambini, ma anche attivatore di piste trasformative a ogni età della vita. L’adulto che pone la centralità del gioco nell’educazione, deve conoscerne il senso e le modalità, per imparare a giocare con i bambini, per imparare ad utilizzare questo straordinario strumento di crescita. L’intervento si pone come un cammino di conoscenza dell’esperienza ludica, delle sue caratteristiche e dell’importanza che assume in ambito educativo e didattico.

Lettura espressiva-drammatizzata: strumenti ludici per una lettura coinvolgente

Leggere favole ai bambini è la più bella iniziazione alla lettura, è così che si creano i lettori. Leggere agli adolescenti e agli adulti è un modo per riconciliarli con la lettura. (Daniel Pennac)

Il percorso formativo, nato da una precisa richiesta di un gruppo di insegnanti, risponde all’esigenza di recuperare una dimensione creativa dell’atto del leggere. Al di là di una buona tecnica di lettura, i partecipanti potranno sperimentare nuovi approcci giocando con le parole e i testi di ieri, di oggi e, perché no, di domani affinché la lettura diventi un’esperienza giocosa e contribuisca a far nascere negli ascoltatori il piacere di un buon libro.